FRIGGERE CON L’OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA: NIENTE DI MEGLIO!

22 Gennaio 2021 0 Commenti

È vero che friggere con l’olio di oliva fa male? Assolutamente no! In realtà, a dispetto di quanto si pensi, il miglior olio per friggere è proprio l’extravergine. E in questo articolo ti spieghiamo il perché, fornendoti qualche indicazione utile sul famoso “punto di fumo”.

Perché è il miglior olio?

L’olio migliore per la tua frittura è, comprovato anche da moltissime ricerche scientifiche, l’olio extravergine di oliva poiché regge benissimo le temperature elevate e non va incontro al deterioramento ossidativo. Mantiene così inalterate parte delle sue proprietà benefiche, rimanendo l’elemento cardine della dieta mediterranea. 

Proprietà e significato di EVO

L’EVO (acronimo di Extra Vergin Oil) è ricco di polifenoli che combattono i radicali liberi. I suoi acidi grassi sono più stabili rispetto a quelli dell’olio di semi e il punto di fumo di oliva è di 210 gradi centigradi. Considerando che la temperatura ideale per la frittura è di 170/180 gradi, rientra pienamente negli standard richiesti. 

Il punto di fumo 

Il punto di fumo è la temperatura a cui un grasso alimentare riscaldato comincia a rilasciare sostanze volatili che divengono visibili sotto forma di un fumo, formando anche acroleina, una sostanza tossica. Magari, per evitare ogni tipo di rischio, può tornarti utile un termometro ad immersione, così da avere una frittura sempre perfetta. In più, l’olio di oliva, rispetto all’olio di semi –  trattato attraverso processi chimici – è un prodotto naturale e nutraceutico.

Consigli per una frittura impeccabile 

  • Prediligi sempre pentole strette e profonde, per permettere agli alimenti di essere completamente immersi nell’olio ben caldo tra i 160 e 170 gradi.
  • Bada sempre bene che il grado di calore dell’olio non superi il punto di fumo così come scritto in questo articolo.
  • Non utilizzare sale o altri ingredienti che possano alterare l’olio durante la frittura.
  • Utilizza sempre olio nuovo ed evita categoricamente il riuso, non badare a spese quando si tratta della salute dei tuoi cari. Scegli un vero extravergine di oliva come quello del Frantoio Scalia.
  • Per lo smaltimento dell’olio esausto, serviti sempre delle isole di raccolta nella tua città e non sversarlo mai nel tuo impianto fognario: faresti male al tuo impianto, ma soprattutto al pianeta.
EnglishFrenchGermanItalian